Tenere Aggiornati i Browser

Un paio di giorni fa, un amico mi ha chiesto di dare un’occhiata al suo PC che era stato infettato da uno di quei diffusissimi trojan che bloccano la sessione dell’utente all’avvio di Windows e chiedono un riscatto per poter continuare a usare il sistema. Dal momento che è un utente piuttosto esperto, il mio amico aveva già provveduto alla disinfezione da solo ma era stupito dal fatto che l’infezione fosse avvenuta navigando su un sito sicuro e utilizzando una versione di FireFox abbastanza recente. Dopo un controllo, abbiamo visto che un componente di FF era obsoleto e considerato “ad alto rischio” dallo stesso sviluppatore (Adobe): l’ipotesi più probabile è che un exploit contro quel plug-in abbia forzato il download e l’attivazione di quel trojan bypassando i controlli dell’antivirus installato.

Dato che può capitare di utilizzare un programma senza verificare che tutte le sue componenti siano aggiornate, ho pensato di raccogliere qualche informazione su come i vari browser gestiscono gli update delle proprie estensioni e dei plug-in. Mi riferisco in particolare all’ambiente Windows, dove è più frequente il caso di attacchi come quello subito dal mio amico.
La checklist dopo il salto pagina.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Informatica

L’Apocalisse Informatica Secondo Repubblica

Lunedì nero, ma anche il sabato non scherza:
http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/07/07/news/luned_nero_internet_stop-38668271/?ref=HRERO-1
Realtà parallele, tablet e smartphone di tutti i tipi che vengono infettati, blocco totale di Internet… Fringe al confronto è Scientific American.
Almeno ci sono i link per verificare se il proprio PC o Mac sono infetti (es. http://www.dns-ok.it/).

Per chi vuole approfondire, l’FBI ha pubblicato un articolo che descrive il problema con maggiore dettaglio e con i controlli da effettuare su computer e router:
http://www.fbi.gov/news/stories/2011/november/malware_110911/DNS-changer-malware.pdf

Lascia un commento

Archiviato in Informatica

Diaconi e Bond Girls

Sul sito dell’ANSA leggiamo questa notizia fondamentale, ripresa fedelmente da molti quotidiani online italiani:
http://www.ansa.it/web/notizie/photostory/curiosita/2011/10/10/visualizza_new.html_673498103.html
Edificante, vero? Il concetto di una Bond Girl in abito talare soddisfa almeno 3 o 4 fetish in un colpo solo.
Non so perché, ma a dispetto del fatto di essere uno zero totale come fisionomista, ho una discreta capacità di ricordare il viso degli attori; e ho visto tutti i film di James Bond; e non ricordo nessuna Shannon Ledbetter in un ruolo di rilievo in “Tomorrow Never Dies”.

Non ci sono regole scritte sui requisiti per poter essere a pieno diritto definite “Bond Girls” ma penso che possiamo informalmente concordare che occorra almeno uno dei seguenti:
– avere più di una battuta
– aiutare James Bond nella missione
– finire a letto con James Bond
– lasciarci le penne per colpa di, o per mano di, James Bond. (Tristemente, la mortalità delle Bond Girls è altissima e il trapasso può avvenire nei metodi più improbabili, dal cappello metallico ricevuto in piena nuca al bagnetto in un barile di petrolio grezzo – per non menzionare svariate mani di vernice dorata)
Se non ricordo male, le due uniche donne che rispondono a una o più di queste caratteristiche in TND sono Michelle Yeoh e Teri Hatcher.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Cinema

In a Landscape

News da Compagnia Stalk:


Buon giorno a tutti,
il 12 Agosto ci sarà In a Landscape presso La Piazza di Mulazzano per Ermo Colle – fuori concorso.
La musica è di Maurizio e questo è uno dei progetti a cui lui teneva motlissimo.
[…]
Daniele

12 Agosto: In a landscape

ERMO COLLE

PIAZZA DI MULAZZANO – COMUNE DI LESIGNANO – PARMA

h. 21.00

Danza e drammaturgia: Daniele Albanese
Assistenza alla drammaturgia: Loredana Scianna e Maurizio Soliani
Musiche originali: Maurizio Soliani

Questo lavoro si definisce attraverso una particolare struttura e organizzazione di spazio, movimento e suono e nella lettura geometrica del luogo dove si svolge.
Sono stati isolati quegli eventi e meccanismi del vivere quotidiano e urbano che provocano cambiamenti e alterazioni. Abbiamo definito questi meccanismi come Vento, non in senso atmosferico, ma come induttore e motore di cambiamenti e di dinamiche sonore e fisiche.
Come il vento atmosferico anche in questo caso ciò che agisce è invisibile; l’apparire, fisicamente e sonoramente, è il risultato di un passaggio in un paesaggio urbano.

Stalk
Via della Salute, 9
43125 Parma
Italy
E-mail: compagniastalk@gmail.com
Mobile: +393406464567
Stalk_Daniele Albanese
WWW.COMPAGNIASTALK.COM

1 Commento

Archiviato in Danza, Musica

Maurizio (agg. 30/06/2010)

Provo un’angoscia enorme nello scrivere queste righe, uno sconcerto abissale al pensiero di dover commentare la morte di un amico.
Devo farlo, perché non riesco a esprimere in altro modo, neppure parlando con le persone più vicine, il dolore che ho provato ricevendo la notizia della morte di Maurizio Soliani. Una fine tragica, violenta e assurda, che ci ha strappato una persona preziosa.

Ho incontrato Maurizio per l’ultima volta solo pochi giorni fa: l’avevo trovato fisicamente un po’ affaticato, ma disteso e cordiale. Commentava con altri la riuscita di uno spettacolo a cui aveva collaborato al Teatro Europa. Era contento, ma da quel perfezionista che era, aveva rilevato le parti migliorabili della resa sonora e stava scambiando le sue opinioni con i colleghi. In mezzo alla ressa del dopo-spettacolo ci siamo scambiati un saluto veloce , qualche parola e poi non ci siamo più visti per il resto della serata.
Ora che non avrò più la possibilità di parlargli, cerco di ricordare tutto quello che sapevo di lui, cerco di scoprire da chi lo conosceva meglio di me tutte le cose che non sapevo di lui.

Ricordo che mi telefonò qualche tempo dopo la perdita della madre: pur nel momento dolorosissimo del lutto, ci teneva a ringraziarmi di aver partecipato al funerale e di essergli stato vicino in quel momento. Parlammo a lungo: soprattutto di musica. Stava lavorando al suo metodo compositivo, stava cercando di infondere rigore e forma alle sue intuizioni. Ieri ho ripensato con amarezza a quella conversazione, leggendo un articolo su un giornale cittadino in cui si affermava, con insultante approssimazione, che Maurizio aveva “l’hobby della musica”. No, aveva una passione infinta per la musica: possedeva sensibilità, estro e competenza. L’atteggiamento distaccato e noncurante del dilettante non gli apparteneva.
Quella volta (e in molte altre occasioni) mi parlò anche dei suoi studenti dell’Enaip: si preoccupava per loro, li ascoltava e li capiva. Il loro futuro era una delle cose che gli stava più a cuore. Detestava la superficialità con cui a volte si parla “dei giovani”.

Maurizio aveva a volte atteggiamenti burberi e sanguigni, anche bruschi. Mi è capitato spesso di pensare che avrebbe dovuto prendere la vita con più calma e imparare a rilassarsi. Ma lui possedeva un intelletto irrequieto. Viveva la sua attività artistica con un’intensità bruciante, inconcepibile per chi ama la vita tiepida. Negli ultimi tempi stava portando avanti alcuni progetti a cui teneva molto e che ora spero non vadano perduti.

Ho qui accanto a me alcuni giornali e guardo gli articoli che parlano della tragedia che lo ha portato via. Vorrei che raccontassero tutto quello che ci ha lasciato, la sua musica, la sua forza, il ruvido inesauribile affetto che provava per gli amici. Vorrei che raccontassero Maurizio a chi non lo conoscerà mai…

Aggiornamento (30/06): le esequie verranno celebrate venerdì 2 luglio nella Chiesa del Corpus Domini (p.le G. Rolla 3, Parma), la cerimonia inizierà alle 08.30. Il corteo funebre partirà dall’Ospedale Maggiore, dove la camera ardente sarà aperta dalle ore 07:00. Il rosario si terrà giovedì 1 luglio alle 20.30, sempre presso il Corpus Domini.

3 commenti

Archiviato in Musica, Teatro

Rogue Antivirus

Nessuno sa bene perché, ma i criminali informatici seguono le mode: adesso è il momento dei Rogue Antivirus, quei programmi camuffati da prodotti di sicurezza che cercano di spillare soldi agli utenti promettendo di rimuovere minacce inesistenti dai loro computer.

Secondo la terminologia tradizionale, si tratta di trojan horse: spesso è l’utilizzatore stesso a installarli, scambiandoli per screensaver, codec video, plug-in per il browser o altri oggetti parimenti indispensabili. Altre volte si “recapitano” da soli, sfruttando le vulnerabilità dei browser o dell’Acrobat Reader (altra moda recente).
Ce ne sono in giro tantissimi e la brutta notizia è che non sempre gli antivirus sono aggiornati per rilevarli e rimuoverli:  in attesa che il nostro produttore di fiducia arrivi con l’impronta miracolosa, possiamo cercare di arginare il problema da soli (ok, oppure spegnere il computer e andare a fare quattro passi, ma non è da veri geek).

Dopo il salto pagina, la cronaca del mio incontro non fortuito con un finto antivirus  e una vera utility.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Informatica

Falso positivo su svchost.exe

Sembra che molti utenti, specialmente negli USA, abbiano avuto un problema di falso positivo su un file di sistema di Windows, causato da un aggiornamento delle impronte di McAfee; secondo i commenti in numerosi blog, l’antivirus rileva il file svchost.exe come infetto e lo mette in quarantena, causando il riavvio forzato di Windows.
Per recuperare una corretta funzionalità del sistema, occorre in qualche modo ripristinare il file dalla quarantena o da un backup.

In questo articolo di Lifehacker un utente spiega come interrompere la procedura di riavvio forzato (mediante il comando “shutdown -a”) e come procedere per togliere il file dalla quarantena.

Qui invece c’è la fix ufficiale di McAfee con tutti i dettagli del caso, probabilmente la pagina verrà aggiornata nelle prossime ore.

Lascia un commento

Archiviato in Informatica