Archivi del mese: aprile 2009

Vote for Sofia!

Non sono molte le persone che dimostrano sia un talento artistico che una forte coscienza civile, meno ancora quelle che portano avanti in prima persona cause umanitarie o iniziative benefiche: Sofia Bergonzani, presidente dell’Onlus Muoversi, appartiene senz’altro a questa ristretta cerchia.

“Muoversi” promuove e realizza progetti internazionali di sviluppo ed è attiva mediante i suoi collaboratori in diverse parti del mondo: vi consiglio senz’altro di visitare il blog dell’associazione, che offre un resoconto molto preciso delle iniziative svolte finora e di quelle in programma.

Sofia è anche un’ottima fotografa e ha realizzato dei bellissimi scatti durante la sua permanenza in Guatemala: se date un’occhiata al video in questa pagina, vi potrete fare un’idea del suo stile e della sua capacità di far risaltare la poesia, la bellezza e la dignità dei soggetti che ritrae. 

Alcune delle foto di Sofia sono state inserite in questo concorso, ospitato sul sito di Repubblica e inserito nell’ambito di un progetto volto a finanziare una radio libera in Costa d’Avorio:
http://temi.repubblica.it/repubblicaparma-condivisioni/2008/10/27/promuovi-la-libera-informazione/
Se le immagini vi piacciono (e sono sicuro che sarà così per molti), vi invito a lasciare un bel voto e un commento: sarà un modo per sostenere “Muoversi” e per apprezzare il lavoro di Sofia.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Arti Visive

Talenti

Un recente post sul blog dell’amico Guido mi ha dato da riflettere sul fenomeno dei Talent Show. Come molti della mia generazione, sono cresciuto con troppa TV, ma all’epoca i Reality non erano ancora la moda del momento: direi che la cosa più simile ad Amici era lo Zecchino d’Oro. E per quanto mi intrighi, fatico a immaginare i bimbetti dell’epoca afferrare il microfono e dire al Mago Zurlì “No, guarda, mi hai molto deluso perché sei stato falso” (l’accusa che qualunque concorrente di un Reality deve pronunciare almeno una volta).

Il “nostro” Talent Show preferito (anni ’80) era fittizio. Voglio dire, dichiaratamente fittizio, nel senso che era un telefilm, derivato dal film di Alan Parker “Fame“: quel “Saranno Famosi” di cui la scaltra Maria nazionale aveva preso a prestito il titolo per il suo show.

 Gli ingredienti erano quelli che troviamo nei programmi odierni: giovani talentuosi e ambiziosi, inquieti e ribelli, che spesso si scontrano con i propri insegnanti o con i genitori. I protagonisti del telefilm erano studenti della High School of the Performing Arts di New York: attori, musicisti, cantanti e danzatori. Per le prime serie, le loro vicende erano strettamente legate ai loro progressi artistici: nelle ultime, iniziando a scarseggiare le idee, venivano inseriti elementi da telefilm “tradizionale”, tipo l’inevitabile puntata sull’alcolismo, quella sull’anoressia, quella sul genitore che si risposa e (momento tragico per qualunque fiction) quella sul paranormale.   

Continua

Lascia un commento

Archiviato in TV

Terremoto

Non credo ci sia bisogno di postare immagini choccanti o commoventi né di descrivere le sensazioni che hanno colpito (immagino, sono sicuro) tutti noi. Il terremoto che ha colpito l’Abruzzo è una tragedia enorme, inconcepibile.

Ci sono e ci saranno le inevitabili polemiche su ciò che forse poteva essere fatto per prevenire o contenere le perdite umane e materiali, ma sono convinto che la maggior parte delle persone voglia principalmente contribuire in qualche modo per aiutare i soccorritori e chi si occuperà della ricostruzione.

Come si dice in questi casi, anche un piccolo gesto conta. Ad esempio, la Croce Rossa Italiana ha aperto una sottoscrizione tramite il proprio sito web. Ci sono tante altre iniziative simili, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Se non volete usare la carta di credito, potete offrire tramite Paypal o bollettino postale. 

Naturalmente usate la necessaria cautela quando fate donazioni online e verificate sempre di essere collegati al sito giusto: non penso che i phishers si faranno molti scrupoli nel cercare di approfittare della situazione, quindi occhio alle mail che vi arriveranno nei prossimi giorni. Usate attenzione e prudenza, effettuate le vostre donazioni solo attraverso canali fidati e ufficiali.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized