Diaconi e Bond Girls

Sul sito dell’ANSA leggiamo questa notizia fondamentale, ripresa fedelmente da molti quotidiani online italiani:
http://www.ansa.it/web/notizie/photostory/curiosita/2011/10/10/visualizza_new.html_673498103.html
Edificante, vero? Il concetto di una Bond Girl in abito talare soddisfa almeno 3 o 4 fetish in un colpo solo.
Non so perché, ma a dispetto del fatto di essere uno zero totale come fisionomista, ho una discreta capacità di ricordare il viso degli attori; e ho visto tutti i film di James Bond; e non ricordo nessuna Shannon Ledbetter in un ruolo di rilievo in “Tomorrow Never Dies”.

Non ci sono regole scritte sui requisiti per poter essere a pieno diritto definite “Bond Girls” ma penso che possiamo informalmente concordare che occorra almeno uno dei seguenti:
– avere più di una battuta
– aiutare James Bond nella missione
– finire a letto con James Bond
– lasciarci le penne per colpa di, o per mano di, James Bond. (Tristemente, la mortalità delle Bond Girls è altissima e il trapasso può avvenire nei metodi più improbabili, dal cappello metallico ricevuto in piena nuca al bagnetto in un barile di petrolio grezzo – per non menzionare svariate mani di vernice dorata)
Se non ricordo male, le due uniche donne che rispondono a una o più di queste caratteristiche in TND sono Michelle Yeoh e Teri Hatcher.

Quindi, facendo una rapida ricerca sul Diacono Ledbetter troviamo questo articolo del 2003, anno in cui è effettivamente iniziata la sua carriera ecclesiastica:
http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/england/merseyside/3208163.stm
e grazie a questo suo intervento nel blog di un fan di 007, scopriamo che da anni cerca di mettere a tacere la notizia grandemente esagerata del suo status di Bond Girl:
http://ultimatejamesbond.wordpress.com/2008/01/06/the-misrepresented-vicar-speaks/
Da come lei stessa descrive il suo ruolo in TND possiamo immaginare che abbia fatto la comparsa nel party del cattivo di turno (i cattivi nei film di 007 hanno spesso l’abitudine di dare delle feste in modo che il Nostro possa metterli in pubblico imbarazzo con battute salaci o sgraffignando loro ingenti somme di denaro in un qualunque gioco d’azzardo). Essere in un’inquadratura con il protagonista per qualche secondo non viene al momento considerato requisito sufficiente per essere definita una Bond Girl. Men che meno se si è completamente vestite, illese e/o ancora in vita. Ergo, il Vicario Ledbetter ha fatto la classica comparsata in un film di 007 e nulla più. Probabilmente il suo ruolo attuale al servizio della sua Chiesa meriterebbe una migliore pubblicità.

In Tomorrow Never Dies, il magnate dell’informazione Elliot Carver vuole provocare una guerra al solo scopo di ottenere l’esclusiva sulla copertura mediatica e completare il suo monopolio dell’informazione. Oggi scopriamo che tutto sommato poteva non essere una brutta idea affidargli un compito così gravoso, perché se non altro lui aveva l’abitudine di controllare le sue fonti e di pubblicare solo notizie fresche…

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Cinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...