Archivi categoria: Musica

Musica da Scaricare: Legale e di Alta Qualità

A pochissimi giorni dal concerto all’Auditorium Paganini, gli amici Guido Ponzini e Giovanni Amighetti lanciano un’ottima iniziativa tramite il sito di ArvMusic.

E’ ora possibile scaricare liberamente tantissimi brani degli artisti che collaborano con ArvMusic, non soltanto in formato MP3, ma anche WAV: il che significa ottenere  la stessa qualità dei CD. Con un po’ di pazienza e abbastanza banda, potete ascoltare ottima musica senza alcuna restrizione e senza dover sottoscrivere abbonamenti: soltanto, se vi è piaciuto quello che avete scaricato e volete mostrare in modo tangibile il vostro apprezzamento, potrete offrire una cifra a vostra scelta cliccando sul pulsante “Donate”.

Gli artisti rappresentati da ArvMusic sono personaggi del calibro di Guo Yue, Ayub Ogada, Vladimir Denissenkov, Tiziana Ghiglioni, Wu Fei e naturalmente Giovanni Amighetti e Guido Ponzini. E visto che molti di questi musicisti saranno presenti al concerto del 19 febbraio a Parma, quale migliore occasione per iniziare a conoscerli e poi venirli a sentire dal vivo?

Desidero perciò rinnovare i miei personalissimi complimenti a Guido e Giovanni per l’opportunità che hanno deciso di offrire a tutti i visitatori del loro sito: spero che questa iniziativa abbia il successo che merita e che venga apprezzata da chi ama la buona musica.

1 Commento

Archiviato in Musica

Guido Ponzini Live all’Auditorium Paganini di Parma

Update  importante ( 17/01 ): Per chi vuole proporre un proprio brano realizzato con Wii Music: presso questo link ci sono i dettagli che spiegano come partecipare. 

Ecco, questo è un post che aspettavo con ansia di poter scrivere: il 19 febbraio, all’Auditorium Paganini di Parma, si terrà il concerto dell’amico Guido Ponzini!
Sarà un’occasione per vederlo su un palco assieme a musicisti del calibro di Guo Yue, Giovanni Amighetti, Adel Salameh e altri artisti eccezionali: per gli appassionati del Nintendo Wii Music l’evento sarà particolarmente interessante perché comprenderà una performance live realizzata proprio con questo software. Insomma, è un appuntamento da non mancare assolutamente!

Dopo il salto-pagina, troverete il comunicato stampa ufficiale diramato da Nintendo con tutti i dettagli sull’evento

Clicca QUI per il Comunicato Stampa

5 commenti

Archiviato in Musica

Cos’hanno in comune Voyager, Fabio Fazio, il Senato della Repubblica e Giovanni Allevi?

…risposta: sono tutti fervidi ammiratori di Giovanni Allevi. Beh, Fazio è ammiratore di tutti, non fa testo.

Dopo il concerto di Natale al Senato, si parla molto di Allevi: nei giorni scorsi Uto Ughi lo ha stroncato senza pietà in un’intervista su La Stampa, ma in compenso il coro dei suoi ammiratori è sempre ben udibile e soprattutto, autorevole. Un paio di sere fa ho assistito per 10 secondi a un dibattito (lui presente) su una rete nazionale, il cui tema riassunto in estrema sintesi era “perché Giovanni Allevi è Dio?”

Io ho saputo di questo riccioluto fenomeno molto in ritardo (cosa non nuova per me: vedi altre mie imbarazzanti carenze su Moccia, Harry Potter, Ikea etc.); ho ascoltato alcune delle sue cose più jazzistiche e a chi me l’aveva proposto entusiasticamente ho ribattuto che non mi sembrava niente di nuovo. Chiedo perdono se sembro vanitoso, ma ho una discreta memoria musicale e quei pezzi mi suonavano tanto come il  Keith Jarrett del “Köln Concert”, fatte le molto debite proporzioni: non sapevo che il paragone fosse già stato ampiamente dibattuto da chi ne sa più di me.

Non ho nulla contro Allevi e la sua musica, in linea di principio: per me è puro e semplice easy listening non molto diverso da quello di Richard Clayderman e non mi piace, ma non c’è nulla di male se qualcuno la pensa diversamente e lo ascolta volentieri. Se lui guadagna bene con la sua musica, ok: buon per lui, non mi scandalizzo. Non posso neanche dire di invidiarlo: come musicista sono troppo scarso per sentirmi in competizione con un professionista – e poi io invidio di tutto cuore solo gli artisti che mi piacciono, non quelli che hanno successo. Però ho qualche problema quando le Autorità e i media santificano il divo di turno, salutando in lui il nuovo Mozart e l’icona culturale del nuovo millennio (peraltro in modo abbastanza arbitrario: non è che manchino artisti con curricula prestigiosi). Peggio mi sento se è lo stesso Allevi a porsi sul capo la corona dell’Eletto, cosa che a quanto pare fa abbastanza spesso. Ma al di là del singolo caso è il sistema, il meccanismo, quello che offende. Clicca QUI per continuare

Lascia un commento

Archiviato in Musica

Video: Lorena Di Florio Plays Mozart

Molti di voi probabilmente non hanno ancora sentito parlare di Lorena Di Florio, una bravissima pianista argentina che vive da tempo in Italia: ha un curriculum impressionante e ha ottenuto riconoscimenti prestigiosi, ma qui da noi ancora in pochi hanno avuto il piacere di sentirla suonare.
Era da tempo che volevo parlare di lei in queste pagine e quando Lorena e suo marito Andrea (un mio caro amico conosciuto grazie al lavoro e alla comune battaglia contro i virus informatici 🙂 ) mi hanno segnalato la disponibilità di questi tre video su YouTube, ho capito che era arrivato il momento giusto.

Quindi, senza ulteriori esitazioni, ecco i 3 movimenti della Sonata K332 di W.A. Mozart eseguiti splendidamente da Lorena Di Florio:

3 commenti

Archiviato in Musica

Documentario: “Standing in the Shadows of Motown”

Qualche tempo fa ho comprato un DVD dal titolo “Standing in the Shadows of Motown“, ma solo ora sono riuscito a vederlo tutto. E’ un documentario sulla storia e la musica dei Funk Brothers, una band che ha suonato in più brani da Hit Parade di qualunque altro gruppo, Beatles e Stones inclusi: ma la maggior parte degli ascoltatori non li ha mai nemmeno sentiti nominare almeno fino all’uscita del film.
Erano i session men che incidevano per la Motown negli anni ’60 e ’70, periodo durante il quale non si usava citare i musicisti nei credits di un disco; tanto per capirci, se ascoltate i brani classici di gente come Marvin Gaye, Diana Ross & The Supremes, The Temptations, Stevie Wonder, The Four Tops e tantissime altre star della musica nera, gli strumentisti che sentite sono i Funk Brothers.

Clicca QUI per continuare

Lascia un commento

Archiviato in Musica

Only You per Teatro Errante

Nel mio piccolo, faccio sempre volentieri da “cassa di risonanza” per il lavoro dei miei amici teatranti, danzerini e musicanti. Ho già avuto modo in passato di segnalare “Only You (and you alone)”, il lavoro della compagnia STALK di e con Daniele Albanese, Loredana Scianna e Maurizio Soliani; questa volta vi comunico le loro prossime date, nell’ambito di un’iniziativa chiamata Teatro Errante, a cura di Emilia Romagna Teatro Fondazione. Il progetto ha lo scopo di portare il teatro dove non esista un luogo deputato – quindi nelle province, nei paesi, nelle Terre Desolate, a Mordor dove l’Ombra Cupa Scende… insomma dove non ci sono teatri stabili.

L’idea è lodevole e importante, ma al momento ancora poco conosciuta: questi signori meritano tutto l’appoggio di chi ama le arti performative, quindi occorre diffondere il messaggio e andarsi a vedere gli spettacoli (no, la brutta stagione non è una scusa: anzi, sarete riparati da un ampio tendone circense).

E quale migliore occasione per conoscere Teatro Errante se non assistere a “Only You (and you alone)”?

Cliccando questo link: onlyyou_stalk_teatroerrante potrete scaricare il PDF della Newsletter di Only You con la descrizione dello spettacolo e della Rassegna. Trovate la data e la location più comoda e partecipate numerosi!

Lascia un commento

Archiviato in Danza, Musica, Teatro

“Dipinti d’Amore” (update)

Altre notizie sull’evento di Torrechiara (v. ultimo post). L’amico Umberto Fabi mi gira questo comunicato di Parma Turismi, che pubblico molto volentieri:

Già dalle prime settimane i percorsi correggeschi hanno riscosso grande successo: sono oltre 10.000 le presenze registrate nei luoghi inseriti nell’itinerario “L’arte ai tempi del Correggio”, promosso e organizzato dalla Provincia di Parma. Numeri che dimostrano quanto siano apprezzati dal pubblico i percorsi volti ad ammirare e conoscere alcuni grandi cicli pittorici contemporanei a Correggio e a scoprire gli affreschi, la tecnica e le storie racchiuse nei castelli e nelle corti del Parmense.

Anche il prossimo fine settimana sarà ricco di eventi e questa volta a far da protagonista sarà, domenica 12, il Castello dei Rossi di Torrechiara.

Nel pomeriggio, alle ore 15.30 si terrà una visita guidata gratuita (max. 60 persone) seguita alle ore 17 dall’evento scenico “Dipinti d’amore” in parole e musica di Umberto Fabi con Loredana Scianna, Guido Ponzini, Giovanni Amighetti.

Clicca QUI per continuare

1 Commento

Archiviato in Musica, Teatro