Archivi del mese: gennaio 2009

Guido Ponzini Live all’Auditorium Paganini di Parma

Update  importante ( 17/01 ): Per chi vuole proporre un proprio brano realizzato con Wii Music: presso questo link ci sono i dettagli che spiegano come partecipare. 

Ecco, questo è un post che aspettavo con ansia di poter scrivere: il 19 febbraio, all’Auditorium Paganini di Parma, si terrà il concerto dell’amico Guido Ponzini!
Sarà un’occasione per vederlo su un palco assieme a musicisti del calibro di Guo Yue, Giovanni Amighetti, Adel Salameh e altri artisti eccezionali: per gli appassionati del Nintendo Wii Music l’evento sarà particolarmente interessante perché comprenderà una performance live realizzata proprio con questo software. Insomma, è un appuntamento da non mancare assolutamente!

Dopo il salto-pagina, troverete il comunicato stampa ufficiale diramato da Nintendo con tutti i dettagli sull’evento

Clicca QUI per il Comunicato Stampa

Annunci

5 commenti

Archiviato in Musica

Downadup (alias Conficker): il primo worm dell’anno

NB:  ( 12 gennaio ) consigli per la rimozione di Downadup (alias Conficker,Conflicker, Kido) nei commenti: grazie a tutti i lettori che hanno contribuito alla discussione!

Primo giorno di lavoro del 2009 per il sottoscritto (reduce da un lungo periodo di ferie) ed ecco due sorprese. La prima, fastidiosa ma scenografica: una nevicata assurda. dscn01181

La seconda, fastidiosa e basta: un network worm chiamato Downadup (alias Conficker, Conflicker o Kido) che si sta diffondendo a macchia d’olio, soprattutto nelle reti aziendali. Ieri mattina i signori di TV Parma mi hanno chiesto di fornire qualche informazione al riguardo per i loro spettatori, cosa che ho fatto volentieri ma con il caratteristico imbarazzo che provo sempre quanto mi si mette davanti a un qualunque tipo di obiettivo e/o microfono (leggi: imbranato come una foca a frigger tortelli, come diceva Gadda); ho pensato quindi di riferire anche qui sul blog quel poco che so di questo malware. Clicca QUI per contrinuare

32 commenti

Archiviato in Informatica

Progetto “The Stranger Strangers”

Come annunciato nei commenti del post precedente, ho “costretto” Guido a un’amichevole competizione per immaginare qualche scenario diverso per rimpolpare la scarna trama di “The Strangers”. Inoltre, mi è venuta in mente un’acuta interpretazione alternativa di quelle che vanno di moda su Internet che spiega alcune stranezze della sceneggiatura (e ovviamente introduce molte più contraddizioni e incongruenze, ma il bello di Internet è che non è necessario giustificare le teorie più bislacche).

Tutto dopo il salto pagina, sempre per non spoilerare chi non ha ancora visto. Lo ammetto, è un post particolarmente inutile e goliardico 🙂

Se vuoi leggere qualche scenario alternativo per The Strangers, clicca QUI

1 Commento

Archiviato in Cinema

Strangers In The Night…

Sottotitolo: esiste tutta una serie di buoni motivi per cui se andate al cinema con Guido Ponzini, il film lo dovete scegliere voi.

Preambolo: io non so scrivere recensioni, ma a differenza di numerosi critici, descrivo quello che vedo effettivamente sullo schermo (aggiungendo qualche inutile considerazione personale). Ciò significa che questa entry è piena di SPOILER: se pensate di andare a vedere il film “The Strangers“, vi sconsiglio di leggere oltre questo punto. Non vi svelerò comunque il finale, ma non posso fare a meno di riportare generose porzioni della trama. Siete avvisati.

Il mitico Sacco di Juta

 Stasera ero a cena con Guido, in uno di quei centri commerciali che di solito vengono invasi dagli zombi nei film di Romero; a un certo punto, lui propone di andare a vedere questo film appena uscito, “The Strangers”. Io non sono appassionatissimo di horror, specialmente se visti in quei cinema con il Mega-Ultra-Surround-Total-Experience dove un passero che plana su un davanzale fa il rumore di un B-17 quadrimotore che vi atterra in salotto; peraltro avevo visto il trailer e mi sembrava un filmaccio piuttosto ignorante. Mentre discutiamo le varie possibilità uscendo dal locale, lui insiste che vuole vedere la locandina per decidere se gli interessa o no. Io rispondo incautamente che la locandina in questione mostra un fesso con un sacco di juta in testa e a questo punto assisto a una formidabile reazione: Guido, sfoggiando un atletismo di cui non lo ritenevo capace, scende a precipizio dalla scala mobile su cui ci troviamo e si fionda verso la biglietteria del cinema, lasciandomi immammalucchito sul primo gradino.  Quando lo riacciuffo (e ormai ha già comprato i due biglietti) si giustifica dicendo che adora i sacchi di juta. Quindi il primo consiglio che posso dare alle mie gentili lettrici è che, se vogliono concupire il giovane e talentuoso Guido, devono procurarsi senz’altro degli indumenti di juta: pruderanno un po’, ma l’effetto fetish è garantito.

Con queste inquietanti premesse entro in una sala piuttosto affollata, prendo posto accanto a un Guido ormai in preda alla frenesìa e mi dispongo a vedere “The Strangers”.
Ultimo avvertimento: clicca qui e sarai SPOILERato

7 commenti

Archiviato in Cinema